VENETOECONOMIA – Welfare aziendale: Assindustria Venetocentro e TreCuori, l’accordo vale due milioni all’anno



Sempre più numerose le aziende che hanno attivato piani welfare grazie all’accordo con TreCuori

 

 

Due milioni di euro nel corso dell’ultimo anno a beneficio di oltre 2300 lavoratori. Questi le cifre dei risultati della collaborazione tra Assindustria Venetocentro e TreCuori, società di benefit. Con le molteplici difficoltà, il rincaro dell’energia e la guerra in Ucraina, il potere d’acquisto della popolazione sta diminuendo. Per questo Assindustria sostiene e promuove l’implementazione del welfare aziendale, soprattutto nelle piccole e medie imprese.

Buoni spesa scelti dal 40% delle aziende

Il welfare aziendale è un insieme di attività, beni e servizi, messi a disposizione dei propri dipendenti da parte dell’azienda. Hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita lavorativa e l’integrazione tra essa e la sfera privata. Generalmente consistono in convenzioni con partner o altre imprese del territorio che permettono di usufruire di bene e servizi defiscalizzati. La traduzione concreta sono buoni spesa, buoni pasto e agevolazioni per l’accesso all’istruzione, alle pratiche mediche, allo sport o misure di previdenza integrativa.

Dal report di Assindustria i buoni spesa rappresentano il 40% del totale delle soluzioni di welfare adottate dalle aziende prese in esame. Il 37% è invece costituito dall’accesso a servizi alla persona. Essi variano dalle agevolazioni sui tassi dei mutui ai viaggi e alle vacanza, con questi ultimi particolarmente utilizzati dai lavoratori più giovani. Il 23% è rappresentato dai buoni pasto, il cui crescente utilizzo dipende dalla loro facilità di spesa. Possono essere spesi facilmente in supermercati, gastronomie, bar, ristoranti e altri esercizi alimentari.

L’importanza sul territorio

Il welfare, se eseguito correttamente, ha un forte impatto sulla vita aziendale dei lavoratori, andando a creare un ambiente lavorativo più sano. Inoltre contribuisce anche allo sviluppo del territorio circostante viste le molteplici convenzioni con imprese geograficamente vicine.

«La scelta di una piattaforma welfare del territorio consente anche di favorire i consumi ‘di prossimità’, dando un contributo al rilancio dei consumi nella comunità locale, e con una gamma molto ampia di possibilità che consente di offrire la flessibilità necessaria a rispondere ai bisogni di ogni persona. Anche in Assindustria Venetocentro utilizziamo la piattaforma TreCuori per i nostri collaboratori», commenta Alberto Zanatta, presidente vicario di Assindustria Venetocentro per le relazioni sindacali.

Un piano welfare può essere attivato in diversi modi: attraverso accordi di categoria, attraverso un regolamento unilaterale interno all’azienda oppure attraverso la conversione in welfare del premio di risultato (PDR).

Condividi articolo