ABRA IRIDE S.P.A. promuove il welfare a misura di lavoratori e territorio



Scelta la piattaforma TreCuori per offrire pacchetti di benefit strutturati in base alle caratteristiche della platea dei lavoratori

 

L’azienda di Riese Pio X anche durante il lockdown ha continuato a lavorare e a maturare risultati positivi adattandosi al nuovo contesto insieme ai propri collaboratori, che sono stati premiati con un nuovo piano welfare caratterizzato da benefit spendibili nel territorio

Riese Pio X, 12 febbraio 2021 – In un contesto difficile come quello che sta caratterizzando l’economia in questa emergenza pandemica, Abra Iride SPA, azienda attiva nella produzione di utensili per la lucidatura di marmi, graniti e quarzi, ha deciso di valorizzare e sostenere la risorsa aziendale più importante, i propri collaboratori, che anche nelle difficoltà imposte dal lockdown hanno dimostrato la propria professionalità e vicinanza all’azienda.

Per questo motivo Abra Iride ha messo a disposizione di tutti i propri 50 dipendenti un nuovo credito welfare del valore di 1.200 euro a testa, che si aggiungono alle esperienze positive dei piani welfare già avviati negli anni scorsi – sia con buoni spesa che con flexible benefit – che erano stati implementati con l’obiettivo di migliorare il benessere dei dipendenti e quindi l’ambiente lavorativo, favorendone così la conciliazione vita-lavoro.
Inoltre, poiché l’azienda crede fortemente che il bene delle persone dipenda anche dalla prosperità del territorio in cui vivono, anche in questa occasione ha scelto con attenzione gli strumenti che potessero coniugare questi obiettivi.

Per questa ragione è stata nuovamente preferita la piattaforma di welfare TreCuori, selezionata da Abra Iride insieme al consulente aziendale Claudio Basso, proprio per dare la massima libertà di scelta ai collaboratori nel rivolgersi agli erogatori preferiti e generare così una ricaduta positiva per le attività e gli esercenti del territorio che potranno incassare queste spese senza pagare alcuna commissione, sia che si tratti di buoni spesa locali cartacei che di pagamenti telematici. Una soluzione che contribuisce a riattivare l’economia locale per favorire il benessere di persone, imprese e terzo settore.

“Tutte le scelte che Abra Iride ha fatto sono lo specchio di un’azienda attenta e rispettosa delle persone e delle relazioni – ha dichiarato il fondatore e amministratore Egidio Scappin. Già negli anni scorsi avevamo attivato i nostri primi piani welfare ed i riscontri da parte dei collaboratori erano stati molto positivi. Ora l’esperienza del covid ha ulteriormente stretto il legame tra l’azienda e i propri dipendenti: ci confrontiamo in un mercato globale e il lockdown imposto in primavera avrebbe potuto metterci in difficoltà, ma alla ripresa delle attività i nostri collaboratori hanno dato encomiabili dimostrazioni di attaccamento all’azienda e di dedizione al lavoro. Per questo abbiamo voluto dare loro un forte segnale di gratitudine e così ad inizio del 2021 abbiamo deciso di riconoscere ulteriori 1.200 euro in servizi welfare per ogni nostro dipendente. Ci fa piacere pensare che utilizzando TreCuori i nostri colleghi potranno rivolgersi ai loro fornitori di prossimità e così innescare una ricaduta economica positiva nel nostro territorio.”

Rispetto ad altre opportunità offerte dal mercato, l’azienda attraverso TreCuori può mettere a disposizione sia dei lavoratori che dei loro familiari dei pacchetti di servizi adatti alle loro esigenze e preferenze, senza che siano sottoposti a vincoli predeterminati o a specifici fornitori. I servizi disponibili sono i più vari: dai buoni spesa alle cure mediche e odontoiatriche, dallo sport ai viaggi, dalla baby-sitter all’assistenza per gli anziani, dalla scuola al trasporto pubblico fino agli interessi sui mutui.

È vero – racconta la dipendente Giuliana Baron del reparto produzione – l’offerta dei servizi è molto ampia e il fatto di potersi rivolgere ai propri fornitori di fiducia del territorio è un bel vantaggio; ho potuto acquistare i libri per mia figlia che frequenta la prima superiore e ho già prenotato l’hotel per le vacanze estive.”

Il valore è maggiore di un premio in denaro non solo da un punto di vista economico, ma anche per il percepito, perché si tratta di qualcosa di concreto che si fruisce per davvero, per sé o per la propria famiglia” – dice Maria Roman Timis; io ad esempio ho già scelto le attività di doposcuola presso Planet Sport e ho potuto pagare anche il trasporto pubblico per le mie figlie.

Grazie a queste modalità, il welfare diventa uno strumento prezioso che non si limita a premiare la produttività dei dipendenti e dare loro la possibilità di conciliare vita privata e vita lavorativa, ma porta benefici a tutto il territorio. “In qualità di fisioterapista avevo letto del welfare aziendale – racconta Paola Ferraro dello studio Fisiosphera di Rosà – ma nella pratica non mi era ancora capitato di avere dei pazienti con benefit welfare spendibili da noi. Non conoscevo TreCuori e mi sento di ringraziare Abra Iride che ha dato questa bella possibilità ai propri dipendenti, e di conseguenza, anche a noi fornitori di servizi di zona. Credo che sia un bene per tutti se le spese rimangono nel territorio vicino a dove viviamo. Anche questo è benessere delle persone!”

Benefici che fino a poco tempo fa erano accessibili quasi esclusivamente per i lavoratori delle aziende di grandi dimensioni e che invece oggi grazie alla collaborazione di aziende quali Abra Iride e TreCuori diventano disponibili anche per i lavoratori delle PMI.

Condividi articolo