|  € 208.757,40

TRECUORI PER LE IMPRESE:

i vantaggi del Welfare Aziendale

Grazie alle nuove leggi del WELFARE AZIENDALE  imprese e negozi possono:

  • ottimizzare il loro costo del lavoro;
  • offrire maggiore capacità di spesa ai propri collaboratori;
  • avere nuove opportunità di vendita intercettando le spese welfare dei lavoratori che dispongono di piani welfare.

TreCuori offre ulteriori vantaggi perché permette:

  • ai lavoratori di poter spendere il proprio conto welfare presso i loro fornitori di fiducia;
  • ai fornitori di non essere obbligati a riconoscere una commissione commerciale per incassare una spesa welfare;
  • a tutte le imprese - anche le micro o pmi - di godere di questi benefici, grazie a procedure semplici e al supporto offerto dai loro consulenti di fiducia abituali;
  • ai consulenti delle imprese (in particolare consulenti del lavoro e associazioni di categoria) di diventare i veri protagonisti delle dinamiche di diffusione del welfare aziendale, offrendo così ai propri clienti (consolidati o nuovi) innovativi servizi a valore aggiunto che rispondono ad una domanda del mercato sempre più forte;
  • ai territori dove l'impresa e i lavoratori sono presenti di poter beneficiare delle dinamiche economiche così attivate.

Che cos'è il Welfare Aziendale?

In senso generale, per Welfare Aziendale si intendono importanti agevolazioni fiscali e contributive (in favore sia delle imprese che dei loro lavoratori) previste da varie leggi dello Stato italiano (in particolare Legge di Stabilità 2016 e Legge di Stabilità 2017) e inserite nei contratti di lavoro a vari livelli: nazionale (es: CCNL metalmecanici), territoriale, aziendale.

Negli ultimi mesi il tema del Welfare Aziendale è stato oggetto di tanti convegni e articoli di giornale, alcuni rivolti agli esperti del settore (es: i Consulenti del Lavoro e i responsabili delle Risorse Umane), altri rivolti al grande pubblico (questo è uno dei tanti esempi, pubblicato su Repubblica il 24 aprile 2017).


Cosa è e cosa fa TreCuori relativamente al Welfare Aziendale?

TreCuori è una piattaforma digitale che permette:

  • ad imprese (di qualsiasi dimensione) di attivare piani welfare ai propri lavoratori;
  • ai lavoratori (a tempo indeterminato, determinato, interinali, ecc.) di spendere i piani welfare attivati dai propri datori di lavoro;
  • ad erogatori di beni e servizi welfare (studi  medici, librerie scolastiche, palestre, alberghi, cooperative che offrono servizi alla persona, ecc.) di incassare le spese welfare dei lavoratori titolari di un piano welfare;
  • ad associazioni non profit e scuole di ricevere contributi generati da TreCuori.

L’interazione è virtuosa perché ognuno persegue il proprio interesse diretto e al contempo favorisce anche il perseguimento degli obiettivi degli altri soggetti, producendo così valore condiviso.


Come è nato il progetto TreCuori Welfare

Il progetto TreCuori Welfare è nato per superare i limiti che il Welfare Aziendale "tradizionale" poneva ai vari utilizzatori:

  • ai lavoratori, non contenti di essere vincolati nelle loro scelte dalle convenzioni imposte dalle varie piattaforme tradizionali;
  • agli erogatori di beni e servizi welfare, non contenti di vedersi spesso trattenuta una cospicua commissione commerciale da parte delle varie piattaforme tradizionali;
  • alle imprese - sopratttto micro e pmi - non contente di trovare sul mercato piattaforme non facilmente accessibili, per costo e complessità gestionale;
  • ai consulenti delle imprese, spessso non coinvolti nelle dinamiche attivate dalle piattaforme tradizionali;
  • ai territori, spesso penalizzati dalle piattaforme tradizionali che spesso fanno confluire le spese in favore dei grandi operatori nazionali, internazionali e on-line.

Vediamo un esempio concreto dei benefici che può generare

Si tratta di benefici contributivi e fiscali in favore:

  • sia dell'impresa che riduce il proprio carico contributivo;
  • sia del lavoratore che riduce la propria trattenuta fiscale.

TreCuori Welfare: come funziona

In sintesi:

  •  l'impresa che vuole attivare un piano welfare si rivolge al proprio consulente di fiducia (Consulente del Lavoro, associazione di categoria, ecc) e ne stabilisce i parametri (valore, categorie omogenee, ecc)
  • il consulente aziendale carica il piano welfare sulla piattaforma TreCuori e lo attiva;
  • i lavoratori spendono il proprio piano welfare per acquistare beni e servizi welfare per sè e per i propri familiari presso i propri erogatori welfare di fiducia;
  • gli erogatori di beni e servizi welfare (studi  medici, librerie scolastiche, palestre, alberghi, cooperative che offrono servizi alla persona, ecc.) incassano le spese welfare dei lavoratori titolari di un piano welfare che li hanno scelti;
  • associazioni non profit e scuole possono ricevere contributi generati da TreCuori.

Più nel dettaglio:


Quali sono i beni e servizi welfare di cui possono usufruire i lavoratori?

I vari aggiornamenti normativi hanno molto ampliato i beni e servizi welfare di cui i lavoratori possono usufruire. Ecco qui gli esempi principali:


In pratica i lavoratori con quali modalità possono usufruire dei beni e servizi welfare che scelgono?

Le modalità permesse da TreCuori sono molteplici, per adattarsi al meglio alle varie possibilità di fruizione, ad esempio "pianificata" (es: abbonamento in palestra) oppure "in negozio" (es: libri scolastici).

Questa slide illustra i vari dettagli:


E’ semplice per l'impresa gestire gli aspetti amministrativi legati al Welfare con TreCuori?

Si, molto semplice. Una volta stabiliti con il proprio consulente le caratteristiche del proprio piano welfare, l'impresa non ha più particolari compiti operativi, se non relativamente alla provvista finanziaria.

Naturalmente, dalla propria area riservata, l'impresa può monitorare in tempo reale l'avanzamento dell'uso del piano.


Quali aziende sono più interessate al Welfare con TreCuori?

Qualsiasi azienda a prescindere dalla propria dimensione (da quella con migliaia di lavoratori a artigiani e commercianti con un solo dipendente) attraverso il ruolo fondamentale dei loro consulenti, ad esempio consulenti del lavoro o associazioni di categoria. Naturalmente le aziende che sono particolarmente legate al proprio territorio o interessate ad attivare azioni di Corporate Social Responsibility trovano in TreCuori un partner ideale, unico nel mercato.

Anche per questo hanno scelto TreCuori per sé e per i propri soci alcune associazioni di categoria quali Confcommercio Veneto (altre regioni sono in corso di avvio), Confartigianato (a livello nazionale) e WelfareNet, un progetto che vede la partecipazione di tutti i principali enti di rappresentanza di imprese e lavoratori (compresi i sindacati) della Regione Veneto.

 


La comunità scientifica che ne pensa?

Il progetto TreCuori è stato invitato in prestigiosi convegni nazionali come case history innovativa sul piano sociale e marketing:


La comunità economica che ne pensa?

TreCuori è stata scelta da importanti soggetti economici, come ad esempio Confcommercio Veneto (con tutte le 7 Confcommercio provinciali) e WelfareNet (un progetto che vede la partecipazione di tutti i principali enti di rappresentanza di imprese e lavoratori - compresi i sindacati - della Regione Veneto) che in vario modo hanno scelto TreCuori come piattaforma di marketing sociale e welfare aziendale per sé e per i propri associati.


I giornali hanno parlato di TreCuori?

Sono tanti i giornalisti e gli esperti che hanno scritto articoli su TreCuori, ad esempio Il Sole 24 Ore e Secondo Welfare solo per citarne alcuni.


Che forma societaria ha TreCuori?

TreCuori è una Società Benefit.

  • è una nuova forma societaria inserita nell’ordinamento giuridico italiano a fine 2015;
  • l’Italia è stato il primo Paese della Comunità Europea ad introdurre questa nuova forma societaria che poi si è diffusa in altri Paesi del mondo;
  • non gode di alcun beneficio fiscale;
  • ha specifici obblighi da rispettare:
    • organi di controllo aggiuntivi;
    • reportistica di bilancio aggiuntiva;
  • per statuto, deve perseguire uno o più obiettivi di beneficio per la collettività;
  • Report (RAI 3) il 22/05/16 ha dedicato un’intera puntata alla Società Benefit quale forma virtuosa di economia sociale.

TreCuori Welfare: perché è “utile a tutti”

  • utile a imprese (sia profit che non profit) che ottimizzano il costo del lavoro, attivano azioni in favore dei lavoratori e possono intercettare nuove opportunità di vendita;
  • utile a lavoratori che guadagnano nuova capacità di spesa per sè e per i propri familiari;
  • utile a associazioni non profit e scuole che possono ottenere contributi;
  • utile a amministrazioni locali che vedono favorito il benessere dei cittadini e delle attività (sia profit che non profit) del proprio territorio, grazie alla peculiarità di TreCuori di fare evolvere il welfare aziendale in welfare territoriale.

Ok, sono interessato al Welfare di TreCuori: cosa posso fare per attivarmi?

 

  • SE SEI UNA IMPRESA CHE VUOLE ATTIVARE UN PIANO WELFARE PER I PROPRI LAVORATORI:
    • contatta il tuo consulente del lavoro o la tua associazione di categoria;
    • se preferisci, informaci del tuo interesse e lo contatteremo noi;
  • SE SEI UNA IMPRESA CHE VUOLE AUMNENTARE LE PROPRIE VENDITE INTERCETTANDO SPESE WELFARE:
    • contatta la tua associazione di categoria (se Confcommercio, Confesercenti o Confartigianato);
    • se preferisci, convenzionati gratuitamente compilando questo modulo;
  • SE SEI UNA LAVORATORE: parlane con il tuo datore di lavoro spiegando che il Welfare Aziendale azzera il cuneo fiscale, riduce il carico contributivo dell'impresa e le permette di ottimizzare il costo del lavoro.

Vorrei contattare TreCuori, come posso fare?

Qui sotto trovi tutti i riferimenti ufficiali di TreCuori:

TreCuori Spa S.B.

Viale Italia, 16031015 Conegliano  (TV)

tel: 0438-1918075 oppure 345-7028882

info@trecuori.org    -     www.trecuori.org


Presentazione TreCuori Welfare