TRIBUNA DI TREVISO – Confcommercio sceglie il welfare 4.0

#confcommercio #Mestre #trecuori #Veneto #Venezia #welfare

Articolo della collaborazione tra TreCuori e Confcommercio del Veneto per il welfare aziendale

 

Il welfare aziendale declinato nel modo più semplice e intuitivo possibile, senza burocrazia e con tutta l’immediatezza che oggi possono garantire le nuove tecnologie.
E’ questa la missione della piattaforma di marketing sociale TreCuori e di Confcommercio Veneto.
Entrambi, seguendo la scia delle nuove normative introdotte dalla legge di stabilità 2016 e dagli aggiornamenti 2017 sui premi di produttività, si propongono di offrire uno strumento utile non solo alle grandi aziende ma anche alle piccole attività familiari, alle pmi e alle imprese artigiane, riuscendo al contempo a rivitalizzare anche negozi ed esercenti di quartiere.
TreCuori consiste infatti in una piattaforma online facilmente accessibile da pc o smartphone, da cui è possibile in qualsiasi momento emettere, d’accordo con il negoziante, una sorta di “buono” digitale dal valore preciso, con cui sarà possibile acquistare i beni o i servizi presenti nel programma di welfare integrativo stabilito dal proprio datore di lavoro. In lista figurano: libri di testo, abbonamenti in palestra, trasporti pubblici, il tutto senza l’aggravio di contributi e tasse, come stabilito dalla nuova legge.
Tutto sarà istantaneo, basterà raggiungere l’indirizzo online, indicare i propri dati d’accesso, selezionare il servizio da saldare e il plafond da cui attingere.
In aggiunta, il sistema si occuperà anche di devolvere ad associazioni no profit la maggior parte della sua commissione, in un circolo virtuoso che dovrebbe garantire benefici a tutti gli interessati. <<Questo progetto è un veicolo formidabile per la tutela e la crescita delle piccole e medie imprese del territorio e la diffusione dell’associazionismo – dichiara il presidente di Confcommercio Veneto, Massimo Zanon – una sorta di cinghia di trasmissione azionata tanto dai consumi quanto dalla solidarietà. Più soggetti aderiranno, più saranno i vantaggi per tutti>>.
Nella pratica, l’associazione di categoria metterà a disposizione i suoi spazi per un servizio informativo, continuando a proporre il sistema a tutti i suoi iscritti.

Condividi articolo