Il WELFARE PUBBLICO DI TRECUORI



Maggior valore alle risorse delle amministrazioni locali facendo del bene alle persone e al territorio

 

TreCuori è una piattaforma particolarmente adatta ad essere utilizzata per finalità di Welfare Pubblico: permette infatti alle Pubbliche Amministrazioni non solo di erogare ai cittadini contributi economici in maniera efficace, semplice e generativa, ma anche di attivare un circolo virtuoso per il bene comune utile a tutti i soggetti di un territorio (imprese, associazioni no-profit e cittadini) nella logica dell’economia circolare e del valore condiviso. Per questi motivi è già stata utilizzata per diverse esperienze di welfare pubblico in varie regioni d’Italia, dopo un’attenta analisi effettuata dalle varie amministrazioni locali e dopo aver assolto a tutte le procedure del caso, tra cui l’abilitazione al MEPA.

 

I VANTAGGI DEL WELFARE PUBBLICO

Rilevanti sono i vantaggi generati dal Welfare Pubblico di TreCuori nei diversi soggetti coinvolti. Vediamone alcuni:

  • rende più efficiente l’intero processo;
  • semplifica la gestione operativa per il personale dell’amministrazione pubblica;
  • consente la massima tracciabilità delle fasi del processo ed una reportistica immediata e dettagliata;
  • riduce il rischio di errori;
  • permette un maggior livello di personalizzazione dei servizi offerti dall’amministrazione pubblica;
  • consente di coniugare iniziative di natura sociale con attività di promozione locali;
  • non comporta alcun costo per i fornitori locali dei servizi;
  • crea sinergie tra iniziative di Welfare Pubblico ed iniziative di Welfare Aziendale, con reciproco beneficio;
  • favorisce il processo di digitalizzazione della PA.

 

LE VARIE TIPOLOGIE DI CONTRIBUTI SOCIALI EROGATE DAI COMUNI

Le tipologie di contributi sociali per le iniziative di Welfare Pubblico che la pubblica amministrazione può erogare in favore di cittadini e famiglie sono molteplici. Vediamo di seguito alcuni esempi:

  • aiuti economici per famiglie in difficoltà (rientrano in questa categoria ad esempio l’acquisto di beni di prima necessità, il rimborso delle utenze utenze domestiche, il rimborso del canone di locazione, ecc.);
  • contributi sociali per persone in stato di non autosufficienza e fragilità (vi rientrano ad esempio i rimborsi a fronte di specifiche spese sanitarie sostenute dal beneficiario);
  • contributi economici di “conciliazione” (è questo il caso dei rimborsi erogati dalle amministrazioni come sostegno a determinate spese che i beneficiari hanno sostenuto ad esempio per l’iscrizione dei figli ai centri estivi, ai centri invernali, ecc.).

La piattaforma TreCuori permette alla pubblica amministrazione che la utilizza un alto livello di personalizzazione del servizio, consentendone la fruibilità anche per ulteriori tipologie di contributi.

 

NATURA DEI CONTRIBUTI PER I PROGETTI DI WELFARE PUBBLICO

Anche la natura dei contributi erogati attraverso la piattaforma TreCuori per le varie iniziative di welfare pubblico può essere molteplice in funzione delle specifiche necessità dell’amministrazione locale. Le due tipologie principali sono le seguenti:

  • titoli di spesa – buoni
    • possono essere di varie tipologie: la più comune è rappresentata dai buoni fisici, ma ci sono anche altre forme come quelle dei buoni elettronici;
    • di particolare interesse vi è il fatto che TreCuori rende personalizzabili tutti i vari buoni. TreCuori consente infatti di realizzare buoni nominativi spendibili in circuiti di negozi di prossimità definibili dall’amministrazione, senza che gli esercenti debbano sostenere alcun costo e ricevendo l’incasso dei buoni in tempi molto brevi.
  • rimborsi
    • in questo caso il beneficiario ha già sostenuto la spesa e riceve un contributo a sostegno di quanto già sborsato;
    • questa tipologia viene solitamente utilizzata nel caso di: utenze domestiche, canone di locazione, iscrizione e frequenza a centri estivi e invernali, spese per l’assistenza alla persona, ecc.

 

LE FASI DELL’EROGAZIONE DEL WELFARE PUBBLICO

Per ogni iniziativa di welfare pubblico che l’amministrazione locale intende attivare, diverse sono le fasi che devono essere realizzate:

  • pubblicazione del bando e relative informazioni;
  • raccolta richieste di adesione (inviabili online direttamente dal beneficiario o tramite il supporto del personale dedicato presso gli sportelli comunali);
  • gestione della fase di approvazione/rifiuto delle domande;
  • comunicazione degli esiti;
  • pagamento (possibilità per l’amministrazione pubblica di effettuare un singolo bonifico a TreCuori pari al valore complessivo da erogare ai beneficiari, la quale provvederà ad evadere tanti bonifici quanti sono gli assegnatari dei contributi);
  • rendicontazione flussi e archiviazione.

A seconda delle proprie specificità, l’amministrazione può decidere se e quali fasi svolgere in autonomia e quali far gestire a TreCuori.

 

LE FUNZIONALITÀ DELLA PIATTAFORMA: varie aree riservate per gli utenti della piattaforma

TreCuori consente ad ogni soggetto coinvolto in iniziative di welfare pubblico di operare in autonomia in piattaforma, fruendo di una propria area riservata di competenza. Vediamo di seguito le principali categorie di soggetti che utilizzano la piattaforma TreCuori a seguito di un’iniziativa di welfare pubblico e per quali attività:

  •  amministrazione pubblica (dispone di un’area consultabile e nella quale possono interagirvi il personale sportellista in quanto dedito alla raccolta e gestione delle domande d’adesione al bando, oltreché i “convalidatori”, personale che gestisce e monitora la fase di assegnazione dei beneficiari):
  • beneficiari (tutti i beneficiari del bando possono accedere ad una propria area riservata in piattaforma: per chi ha dimestichezza con gli strumenti digitali può operare in autonomia, in alternativa ogni soggetto ha la possibilità di recarsi presso gli sportelli comunali dedicati per le attività di consultazione, prenotazione dei buoni, caricamento delle spese sostenute al fine di ottenere il rimborso, ecc,);
  • fornitori di servizi (senza alcuna commissione, l’esercente che vuole incassare e tenere traccia dei contributi sociali utilizzati dai beneficiari del bando per fare acquisti presso la propria attività, ha la possibilità di tenere monitorati tali dati accedendo alla propria area dedicata).

 

ORIGINE DEI CONTRIBUTI PER LE INIZIATIVE DI WELFARE PUBBLICO

Come visto in questa News, diverse sono le tipologie di contributi sociali erogabili dalle amministrazioni locali, come diverse sono le modalità di erogazione e i soggetti beneficiari. Oltre a queste variabili, anche l’origine dei contributi può essere differente. A seconda dell’ente promotore, l’iniziativa di welfare pubblico può essere:

  • di natura nazionale;
  • di natura regionale;
  • di natura comunale;
  • di natura mista pubblico-privata.

TreCuori, grazie alle peculiarità della propria piattaforma, ha avuto modo di gestire iniziative di welfare pubblico aventi origine anche molto diversa tra loro, riuscendo in ogni occasione a creare delle soluzioni personalizzate e “su misura” dell’amministrazione che l’aveva coinvolta. Come per il servizio di welfare aziendale, TreCuori riesce a creare delle dinamiche virtuose che interessano non solo i soggetti coinvolti (es. imprese, lavoratori, ecc.), ma anche i territori in cui vivono e con i quali interagiscono, generando così concreti benefici per entrambi!

 

COINVOLGIMENTO DI TRECUORI

Le amministrazioni interessate a godere di iniziative di welfare pubblico per mezzo dei servizi offerti da TreCuori, in funzione delle proprie esigenze, possono farlo in molteplici vesti. TreCuori infatti:

  • è già abilitato come fornitore all’interno del MEPA;
  • può operare per affinamento diretto del Comune;
  • può essere il fornitore di un soggetto capofila che ha già ricevuto l’incarico dal Comune.

 

CASI CONCRETI

Vediamo di seguito alcuni esempi di iniziative di Welfare Pubblico gestite da TreCuori in diverse realtà d’Italia:

Alcuni esempi di Welfare Pubblico gestiti da TreCuori:

Una dimostrazione di come l’alleanza tra i Comuni e il Terzo Settore sia la chiave di un welfare davvero generativo e inclusivo: sono ben 360mila euro le risorse stanziate dai 7 Comuni lecchesi – Lecco, Galbiate, Bosisio Parini, Cesana Brianza, Dolzago, Bulciago e Costa Masnaga – per fronteggiare l’emergenza alimentare ed economica derivante dalla crisi sanitaria, grazie anche alle possibilità offerte dal decreto n. 124 “Misure urgenti di solidarietà alimentare” del 23 novembre 2020, che ha messo a disposizione delle amministrazioni locali ulteriori fondi per rispondere ai bisogni dei cittadini.

Ci sono casi per cui lo stato di bisogno non dipende esclusivamente dalla situazione reddituale – probabilmente la tipologia di welfare pubblico più nota – ma anche nei casi in cui è correlato a molteplici fattori, dove i parametri reddituali non per forza corrispondono di per sè a situazioni di fragilità. Questo è il caso ad esempio dei bandi pubblici che hanno lo scopo di favorire la conciliazione vita-lavoro delle famiglie con figli ed entrambi i genitori lavoratori supportandole economicamente nei periodi di chiusura scolastica quando devono fare ricorso a servizi di assistenza dei minori.

 

Grazie allo stanziamento degli 84 Comuni della provincia lecchese (che hanno finanziato il fondo con un Euro per ogni cittadino residente), ed ai contributi di Fondazione Comunitaria per il Lecchese, Fondazione Cariplo e Fondazione Peppino Vismara, il Fondo gode di un milione di Euro già disponibili per i lavoratori in difficoltà beneficiari. È il punto di arrivo di un percorso di collaborazione tra enti e organizzazioni impegnate sui temi del lavoro nella provincia di Lecco e il vero e proprio inizio di un impegno collettivo e continuativo di vicinanza e attenzione alle persone e alle famiglie che rischiano di restare ai margini a causa della perdita del lavoro”.

Grazie agli Assessori ai Servizi Sociali e al Commercio è partita un’importante iniziativa per sostenere le famiglie più fragili e le attività economiche del territorio. Sostenuta dal bando “Welfare in Azione” di Fondazione Cariplo e con il contributo del Consorzio Consolida di Lecco insieme al progetto “Valoriamo” e alla piattaforma Welfare TreCuori, l’iniziativa tra i vari obiettivi intende: permettere spese anche alle famiglie economicamente deboli; aumentare gli acquisti negli esercizi del territorio aderenti all’iniziativa; premiare i cittadini che vi aderiscono.

Che tu sia un’Amministrazione Locale, un’impresa, un’associazione no-profit o un cittadino, molteplici sono i motivi per cui ti può interessare il servizio di Welfare Pubblico di TreCuori!

Contatta TreCuori senza impegno al n. 0438-095335 o scrivendo a welfare.pubblico@trecuori.org: per tutto il nostro team di esperti sarà un piacere poterti essere utile!
Condividi