|  € 204.439,20

Info sul documento fiscale da allegare

Le norme in materia di Welfare Aziendale prevedono che ogni spesa DEVE essere accompagnata da un idoneo documento fiscale (da conservare per il tempo previsto dalla legge).
I documenti di acquisto di alcune tipologie di spesa possono essere intestati direttamente al lavoratore (servizi previsti dall’Art. 51 c.2 lettera f)-bis ed f)-ter del TUIR) mentre alcune tipologie devono essere necessariamente intestate a TreCuori che agisce su mandato dell’Azienda di cui il lavoratore è dipendente (servizi previsti dall’Art. 51 c.2 lettera f) e Art. 100 del TUIR).
Per queste tipologie di spesa la legge prevede che il pagamento non possa essere effettuato dal lavoratore ma solo direttamente da TreCuori.

Tutte le tipologie di spesa sopra richiamate sono ammissibili se il relativo documento di vendita è intestato a:
TreCuori S.p.a. S.B – Viale Italia 160 – 31015 Conegliano (TV) – P. IVA 04740030285
per evitare errori, si consiglia a tutti gli erogatori di intestare sempre il documento fiscale a TreCuori.

Ecco i dati che il documento fiscale intestato a TreCuori deve contenere per essere approvato:
– Dati fiscali dell’erogatore
– Codice IBAN presso il quale TreCuori effettuerà il pagamento
– Numero e data del documento fiscale
– Nome e codice fiscale del beneficiario reale
– Descrizione chiara e comprensibile del bene o servizio venduto
– Importo netto – IVA se dovuta – Importo totale da pagare

Il pagamento verrà effettuato direttamente da TreCuori entro 15 giorni lavorativi.
ATTENZIONE: NOTE IMPORTANTI DA OSSERVARE
  • Tutte le procedure di incasso prevedono l’invio all’erogatore di un documento pro forma con i dati necessari all’approvazione. Quando questo documento viene inviato all’erogatore, le somme sono già disponibili e quindi da TreCuori S.p.a. SB, ne garantisce il pagamento fino alla concorrenza massima di € 5.000,00 (cinquemila).
  • Vi sono alcune tipologie di Erogatori che non hanno l’obbligo di emettere un documento fiscale. Si tratta generalmente di Enti ed Associazioni no profit ma non solo.
    • Per questi soggetti è sufficiente stampare il documento proforma inviato da TreCuori, firmarlo a conferma della correttezza dei dati, e caricarlo nella piattaforma o inviarlo a: documenti.welfare@trecuori.org
  • Il pagamento non può riferirsi ad una quota di un servizio ma, pena inammissibilità, deve riferirsi ad un servizio completo.
  • Non è possibile per il lavoratore pagare una parte del servizio erogato. In un caso del genere si proceda a due separate fatture, una per un servizio da pagare con il Conto Welfare ed una per il servizio pagato con i soldi del lavoratore.